>>Lo smantellamento dello stato sociale

La sera del 2 luglio è previsto un vertice tra i ministri per decidere della spending review. Si ragiona di una somma di circa 4-8 mld. Si vuole evitare l’aumento dell’Iva in autunno. I risparmi guardano alla sanità, al pubblico impiego, ai beni e servizi.

Questo rappresenta un ulteriore colpo portato allo stato sociale dopo le varie misure adottate nell’arco dell’ultimo anno.

Invece di eliminare province o tagliare gli enti inutili e le pensioni d’oro o per esempio ridurre le spese militari e cancellare i privilegi insopportabili della casta, si fa cassa su operai, impiegati e sulle fasce più deboli e si assiste ad un continuo smantellamento dello stato sociale come sta avvenendo anche in Spagna e in Grecia.

Tutto ciò fomenta un dissenso e un malcontento sempre crescente: le manifestazioni di varie categorie ormai sono all’ordine del giorno, lo stato già lontano dalla gente, dal popolo se ne allontana sempre più.

Come già successo nelle suddette Spagna e Grecia il malcontento e il dissenso potrebbero portare a condizioni davvero pessime di varie fasce della popolazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: